Chiavi vs tessera magnetica: tradizione contro modernità

Le chiavi moderne sempre più dotate di chip informatici stanno diventando una sorta di tessera magnetica: fin dove arriverà questa evoluzione?

La storia della chiave magnetica

La chiave ha una storia antichissima e davvero lunghissima, ma i dati sulle tendenze ci confermano che si sta pian piano evolvendo.

La scienza informatica moderna la sta trasformando in una sorta di tesserino magnetico dotato di un codice segreto proprio come una sorta di bancomat.

L'evoluzione delle tessere magnetiche

Questo tipo di sistema di apertura è per ora limitato ad alberghi di lusso e importanti uffici. Ma anche le Università ad esempio stanno adottando un metodo simile non tanto per aprire porte, quanto per documentare presenze alle lezioni, accesso al prestito librario o all’uso di laboratori, consultazione di database, registrazione di pagamento delle rette o del voto degli esami sostenuti.

Chissà se si giungerà mai a questi tipi di supporti – moderni e comodi sì, ma allo stesso tempo non sicurissimi – anche nella case. Crediamo quindi che per tanto tempo ancora avremo ancora la nostra fedele chiave o, meglio, un pesante gruppo di chiavi in tasca.

La chiave di casa è infatti ancora oggi un oggetto presente e soprattutto rassicurante, e infatti da una sua ipotetica perdita ne deriva spesso un’angoscia terribile. Vedremo come si evolverà la situazione, per ora sembra un’eventualità ancora lontana.

Contattaci gratuitamente

Vedi Anche:  Storia iconografica della chiave
Chiudi il menu
Chiama ora